Recensione NO SPOILER del film [ Avengers Endgame ]. + intervista ” SPECIAL GUEST ! “

Ne e’ passato di tempo da quando Jon Favreau dirigeva le riprese del primo “MCU” (Marvel Cinematic Universe).
Nel 2008, il film “Iron Man” ha incassato circa mezzo miliardo di dollari diventando così uno dei lungometraggi Marvel più importanti della storia:
Tony Stark alias Iron Man, produttore di armi delle Stark Indistries, viene rapito da un gruppo di terroristi che vogliono una potente arma bellica capace di devastare qualsiasi cosa gli capiti davanti.
Tony accetta ma nel loro laboratorio segreto, crea di nascosto un’armatura che lo farà diventare invincibile e che lo renderà un vero e proprio supereroe.
Da quel lontano 2008, giorno dopo giorno, anno dopo anno ma sopratutto film dopo film, Iron Man inizia a conoscere i tanti supereroi usciti dalla penna di Stan Lee e dalla matita di Steve Ditko tra i quali Thor, Captain America e Hulk…ma non solo:
andando avanti, gli Avengers diventeranno sempre di più aggregandosi ad altri fantastici gruppi come i guardiani della galassia, il popolo di Black Panther e ad altri eroi come il Doctor Strange, Spider-Man, Captain Marvel e Ant-Man.
Da qui, ne sono passate di tutti i colori:
dalle scazzottate ai tradimenti, dalle uccisioni ai colpi di scena, dalle battaglie spaziali alle distruzioni di grandi metropoli come New York.
Chi ha visto i film “MCU” sa di cosa sto parlando.
Ogni film Marvel ha qualcosa di spettacolare, unico ed inimmaginabile.
Pensavo che dopo l’ultimo film degli Avengers non si poteva fare di meglio ma evidentemente mi sbagliavo di grosso.
Quest’anno i fratelli Russo hanno lasciato il segno.
Un segno indelebile che non se ne andrà mai dalle nostre menti ne tanto meno dai nostri cuori.
Il capitolo finale “Endgame”, racchiude tutto l’universo Marvel in un unico lungo, anzi, lunghissimo lungometraggio.
Eh no, non ho detto per tre volte la stessa parola.
Il film infatti, durerà esattamente tre ore e due minuti (+ titoli di coda).
Un concentrato di emozioni, potenza e humor che ci lasceranno con il fiato sospeso fino ai titoli di coda.
Ricordate che Thanos, con il suo schiocco di dita fece fuori mezza popolazione mondiale tra cui anche numerosi supereroi?
Se si, dovete pur sapere come va a finire no?
Avengers endgame è la risposta alle vostre domande.
Come ho detto in precedenza, questa è una recensione NO SPOILER e non sarò certo io a spoilerare tutto il film.
Endgame, si preannuncia come il film più importante nella storia della Marvel.
Al botteghino, in pochi giorni, ha già battuto il record di incassi.
Vedendolo al cinema ho provato una forte emozione, soprattutto nel finale, che mi ha lasciato un senso di vista offuscata, tant’è vero che tornato a casa, sono dovuto andare ad Asgard per chiedere delucidazioni su alcune cose che mi hanno lasciato con il cuore in gola.
Parlando dell’affluenza del pubblico, la sala del cinema era a dir poco strapiena.
Se non prendevo il biglietto online due giorni prima, rischiavo di non vederlo per la seconda volta.
La partenza del film, vi sembrerà lenta e non all’altezza dei lungometraggi precedenti ma vi posso assicurare che per tre ore non staccherete mai gli occhi dal maxi schermo.
Per tutto il film, ci saranno alcune battute davvero molto divertenti che distaccano quasi sempre dalle scene piene di suspense.
Se si può dire (ma credo di sì), il più divertente di tutti è il procione de “i guardiani della galassia”.
Sentirlo parlare fa veramente ridere tutti dai più grandi ai più piccini.
Un altro personaggio che in questo film ha fatto molto divertire il pubblico è sicuramente Thor ma non vi dirò il perché.
Per tutto il lungometraggio gli Avengers cercheranno di riportare pace ed ordine.
Un ordine ormai tramutato in caos controllato dal malvagio Thanos, grazie al suo guanto arricchito dalle preziosissime (ma letali) gemme dell’infinito.
Chissà se questa volta i nostri eroi riusciranno a salvare la situazione.
Gli Avengers (come avrete visto anche dal trailer ufficiale), questa volta hanno delle tute in stile fantastici quattro.
All’inizio fa strano vederli così, anche perché siamo abituati a vedere i classici costumi da fumetto ma devo dire che le tute bianche sono molto belle e fanno il loro effetto dando una rinfrescata al guardaroba.
Per quanto riguarda la colonna sonora, come al solito è da brividi. Per me, l’OST di Endgame (di Alan Silvestri), rientra tra le top 10 colonne sonore di sempre dopo quella di Jurassic Park e Star Wars di John Williams.
Parlando di temi più profondi, nel film si sente molto il senso della famiglia, della voglia di riabbracciare la propria moglie e della paura di perderla.
Per tutto endgame, la trama scorre veloce attraverso le epiche battaglie, i tradimenti, i rimorsi ma sopratutto, attraverso il senso di sconfitta che molto probabilmente farà rialzare gli Avengers più forti e più determinati che mai per portare a termine la propria missione.
Se proprio devo trovare un piccolo difetto a questo meraviglioso film credo sia in Hulk:
Il rendering di computer/grafica 3D utilizzata su Mark Ruffalo non mi ha molto entusiasmato.
Sembra di essere tornati ad una vecchia tecnologia pacchiana, non molto realistica.
Parlando del lungometraggio, posso dire che ne sono rimasto molto soddisfatto e che andrei a rivederlo già nelle prossime ore.
Se vi state chiedendo se ci sarà un cameo su Stan Lee, non vi risponderò: dovrete aguzzare la vista.
Finisco dicendo che gli spettatori in sala, sono rimasti elettrizzati fino ai titoli di coda, i quali hanno regalato una carrellata di sequenze fotografiche con le firme degli attori.
Detto questo, purtroppo devo dirvi (forse è l’unico “Spoiler/NON-spoiler” che farò), che alla fine dei titoli di coda non ci sarà nessuna scena post-credit ma forse, penso sia giusto così.
Ci si alzerà dalla poltrona del cinema con lo schermo nero.
Saremo pieni di domande sul futuro, su cosa succederà e su come si comporteranno i singoli eroi.
Con Endgame, si chiude ciclo MCU.
È ora di calare il sipario.
Siamo arrivati al capolinea.
Siamo arrivati alla fine dei giochi.
Siamo arrivati al game over definitivo.
Grazie per aver letto la recensione e alla pross…ah dimenticavo!
Qui sotto, troverete un’intervista esclusiva che ho preparato solo per voi.
Che smemorato che sono!
Oggi, ho invitato a casa mia un ospite molto speciale:
Signore e signori, il signor Groot!

  • Salve signor groot.
    – Io sono Groot.
  • Come sta?
    – Io sono Groot.
  • Ah, ho capito. Molto bene allora. Cosa ne pensa del finale di Endgame? Cos’è successo veramente negli ultimi 10 minuti del film?
    – Io sono Groot.
  • Veramente?!? No! Questo finale è inaccettabile! Quindi lei dice che…veramente signor Groot?
    – Io sono Groot.
  • E cosa succede a Thanos? Insomma, voglio dire, gli Avengers vincono o perdono?
    – Io sono Groot.
  • Incredibile! Ma è stupefacente! Grazie per l’intervista…anche se doveva essere “NO SPOILER”. Ma lei a spoilerato tutto il film signor Groot. Adesso come facciamo?
    – Io sono Groot.
  • Ok allora, speriamo che questa intervista non venga letta da nessuno. Rischio il linciaggio, lo sa questo? Vero signor Groot? Avevo scritto che era una recensione NO SPOILER!
    – Io sono Groot.
  • Okok, ha già fatto abbastanza danni per oggi. Ci vediamo signor Groot.
    – Io sono Groot.
  • Grazie a tutti i nostri lettori!

(Gif By Eliteliferea)

Ma a parte gli scherzi, volevo davvero ringraziare a nome di tutti i fan della Marvel, i leggendari Stan Lee e Steve Ditko, per averci regalato questi fantastici supereroi.
Grazie ai mitici fratelli Russo, che ci hanno regalato grandi emozioni attraverso i loro magnifici film.
Grazie agli insuperabili Avengers, a Robert Downey Jr, a Mark Ruffalo, a Chris Evans, a Scarlett Johansson, a Chris Hemsworth, a Jeremy Renner e a tutto lo staff MCU che da dieci anni porta avanti con forza e determinazione un progetto unico ed inimitabile come questo.
I film della Marvel ci hanno dato insegnamenti molto importanti.
Ci hanno insegnato che anche l’uomo più piccolo, può diventare il più grande e il più coraggioso (Ant-Man).
Ci hanno insegnato che l’essere più spietato e diabolico, a volte può diventare un grande amico (Loki).
Ci hanno insegnato ad avere la forza ed il coraggio di andare avanti ma sopratutto, ci hanno insegnato ad avere rispetto per il prossimo e per chi è più in difficoltà.
Grazie, ancora una volta per averci regalato grandi ed indimenticabili emozioni.
Stavolta è proprio il caso di dire “Vi amiamo 3000”.

  • Marco Meloni –
    @marco93meloni